Comunicati e notizie

Una preghiera per Marta

29 Settembre 2005

Il 24 Settembre Marta, una ragazzina tredicenne di Varese che si trovava in gelateria con le amichette, è stata ferita con inaudita violenza da un uomo affetto da turbe psichiche. Ora versa in gravi condizioni all'ospedale milanese Niguarda.

Si tratta dell'ennesima vittima innocente della follia umana, perché non c'è differenza fra chi nasconde una bomba dentro un evidenziatore e chi prende un martello, esce di casa e si accanisce contro una ragazzina! Il primo potrà essere più lucido e aver maggior perizia ma l'origine del gesto e il suo esito sono sempre quelli: crudele follia verso i più deboli! Marta come Francesca potrebbe portare per tutta la vita le conseguenze del trauma, sia fisiche sia psicologiche!

Di fronte a questa tragedia che colpisce una persona innocente noi che da anni ci raccogliamo in preghiera per Francesca e per tutte le piccole vittime della crudeltà umana non possiamo che provare una stretta al cuore e sentirci vicini alla sua famiglia e soprattutto a lei, ferita e addormentata dai farmaci in un letto d'ospedale. Non possiamo che pregare colui che per ognuno di noi rappresenta Dio affinché stia vicino a quella ragazzina ma anche ai suoi genitori provati da questi giorni terribili. Non possiamo che pregarlo perché guidi le mani dei medici e permetta loro di restituire la serenità e la gioia di vivere a quell'angioletto.

Marta sei nei nostri cuori!

Lo staff dell'iniziativa di pubblica solidarietà
"Una speranza per Francesca".

Torna a inizio pagina